Lo staff di Noivivere

La “Noi Vivere” nasce in Provincia di Bari, a Bitonto, nel 2007 e dal 2010 si occupa di raccolta differenziata di indumenti, abiti ed accessori usati.

La “Noi Vivere” è iscritta all’Albo Nazionale Gestori Ambientali n. BA07149; autorizzazione sito di stoccaggio per l’attività di messa in riserva R13 n. 524 del 27/02/2014; autorizzata al trasporto conto terzi.

La nostra azienda offre questo tipo di servizio in modalità totalmente gratuita, ne cura l’organizzazione, la raccolta, la manutenzione ed ogni aspetto tecnico in maniera del tutto autonoma  affinché si raggiunga l’obiettivo di aumentare la raccolta differenziata attraverso il posizionamento di cassonetti nei centri urbani sensibilizzando con iniziative ad hoc gli utenti. La realizzazione del progetto ha come fine ultimo di ridurre la quantità di rifiuti solidi urbani, con successivo risparmio sui costi di smaltimento in discarica e riduzione della tassa sui rifiuti. Recuperare è possibile, attualmente in Italia si sottraggono allo smaltimento finale circa 2 kg annui per abitante di frazione tessile.

Per avere un’idea delle potenzialità di questo settore bisogna guardare le esperienze di altri Paesi del panorama europeo. In Germania, il sistema di raccolta integrata dei rifiuti con elevati standard di efficienza, ha generato in questi anni una raccolta della frazione tessile pro-capite tre volte superiore rispetto ai livelli italiani, in Germania si raccoglie in media 5-6 kg pro-capite ogni anno.

L’ obiettivo principale è di dare una seconda vita agli indumenti in buono stato che le persone non utilizzano più e di finanziare al contempo con parte dei proventi della raccolta progetti umanitari. La nostra attività nasce, così come tuto il settore, dalla collaborazione sporadica con organizzazioni parrocchiali, come i centri di ascolto Caritas, che avevano necessità di smaltire un surplus di abiti che non riuscivano a distribuire agli indigenti per svariati motivi. In molti casi la tipologia e la scarsa qualità degli indumenti ricevuti non permetteva il loro riutilizzo. Nascevano così le prime collaborazioni con gli Enti benefici, che con il passare del tempo son divenute partnership sempre più articolate e strutturate. La “Noi Vivere” non ha mai dimenticato la sua genesi e da allora ha sempre cercato di mantenere un forte legame con le organizzazioni umanitarie che operano sul territorio italiano rispettando i principi della “filiera etica organizzata”, destinando parte dei proventi della raccolta ad Enti o organizzazioni “no profit” e al contempo offrire maggiore visibilità alle attività ed iniziative degli stessi Enti senza scopi di lucro.