Un buon servizio di raccolta permanente di indumenti usati  si caratterizza per:

- Organizzazione e strutturazione aziendale del soggetto erogatore del servizio.

- Rispetto delle normative ambientali in materia.

- Devoluzione di parte dei proventi a iniziative di solidarietà.

Solo rispettando questi 3 fondamentali parametri si può appartenere ad una filiera che fa dell’organizzazione, della motivazione ambientalista e dei fini mutualistici, la propria indiscutibile missione.

L’aspetto solidale rappresenta un’ esigenza sottilmente intrinseca alle possibilità del settore stesso di mantenere la propria sostenibilità, consolidarsi ed espandersi nel futuro. Siamo convinti che il nostro approccio di carattere imprenditoriale e solidale, improntato su una comunicazione sincera e trasparente, sull’organizzazione in una filiera che persegua ad ogni livello le stesse finalità e sull’espletamento di un servizio di qualità assoluta, sia l’unico modo possibile per dare giusta visibilità e dignità propria ad un settore che, in quest’ottica, può essere destinato ad una forte espansione che parta dal consolidamento delle stesse azioni di filiera.

La predisposizione al dono e la volontà di perseguire un fine di bene comune è talmente determinante in questo settore da rendersi necessario il mantenimento costante di un rigore etico in ogni passaggio del ciclo. Questo a maggior ragione se si considera che le finalità sociali si perseguono concretamente non solo attraverso il vestire gli ignudi, quanto attraverso una serie di “transazioni economiche” e di implicazioni sociali, la cui concreta attuazione deve essere costantemente oggetto di chiara e trasparente comunicazione.